A nessuna persona piacerebbe essere una titolare, cliente, leader di cui ci si fida poco. Chiunque vuole essere un buon capo o una buona capa, sarebbe davvero molto strano il contrario. E non è solo per un discorso di reputazione e credibilità

Infatti, in un periodo caratterizzato dalle “grandi dimissioni”, riuscire a tenere in azienda dipendenti e collaboratori o, addirittura, ad attirare nuovi e validi talenti, è un grande vantaggio competitivo

Le persone, perché restino in azienda – grande o piccola che sia – o proseguano una collaborazione esterna, valutano numerosi fattori. Tra questi c’è, di certo, l’ambiente lavorativo, che deve essere sano e positivo. E la leadership è un fattore che incide molto in questa valutazione, perché contribuisce, con le decisioni che può prendere e lo stile che la guida, a creare l’atmosfera e il contesto aziendali. Nel bene e, purtroppo, nel male. 

Se vuoi essere un buon esempio e migliorare la tua affidabilità, in questo articolo vediamo 5 caratteristiche della leadership. 

Come sempre, noi di Jopla  teniamo a dare consigli utili affinché il posto di lavoro sia positivo, equo e stimolante. Tra i valori in cui crediamo, infatti, c’è anche l’affidabilità professionale, perché contribuisce a creare collaborazioni rispettose e un ambiente accogliente. Per questo motivo l’abbiamo inserita anche nelle guidelines della community di Jopla

Bene, ora vediamo la lista delle 5 caratteristiche della leadership affidabile

Vuoi quindi essere leader e affidabile? 

Buona lettura!

Leadership: 5 caratteristiche per l’affidabilità

Se vuoi che la tua azienda non subisca lo spiacevole fenomeno del turnover, come sta accadendo a numerose realtà che riscontrano un fuggi fuggi generale, e tieni alla soddisfazione di dipendenti e collaboratori sei a buon punto. Forse sei già un/a leader affidabile e coerente, ed è probabile che la gente voglia proprio lavorare con te. 

Ma se pensi che l’affidabilità sia un tuo punto debole, vediamo come puoi migliorarti.

Può essere che tu debba solo allenare alcune caratteristiche della leadership, o una sola. 

1. Puntualità e rispetto delle tempistiche 

“Il tempo è denaro” recita un famoso proverbio. Perché il tempo è un valore prezioso, da dedicare a ciò che fa stare bene, non solo al lavoro. 

Se oggi le persone occupate hanno a cuore la bilancia vita-lavoro e il loro tempo libero, come leader dai importanza a questa esigenza. 

Perciò rispetta il tempo delle persone che lavorano con te e per te. 

Come essere un buon leader

  • dai feedback in modo puntuale senza ritardi;
  • fornisci in modo tempestivo riscontri e informazioni utili che dipendono solo da te;
  • affida compiti e mansioni per tempo, non all’ultimo minuto;
  • evita di esigere straordinari se non sono necessari;
  • contatta una persona per una questione lavorativa durante il suo orario di lavoro, non al di fuori di esso, e non quando sta uscendo dall’ufficio trattenendola più a lungo;
  • rispetta scadenze e pagamenti.

Queste sono solo alcune caratteristiche della leadership relative alla puntualità, ma sono molto importanti per essere persone e leader affidabili.

2. Coerenza tra valori e azione

Chi lavora con o per te valuta anche se i tuoi valori di leader corrispondono alle tue azioni. 

Se insomma la tua attività è coerente con quello che dici di essere oppure no. Se però non trova corrispondenza nei fatti, le persone non avranno piena fiducia in te e non ti riterranno un leader affidabile. È ciò che accade, ad esempio, anche nel rapporto tra l’azienda e chi compra i suoi prodotti e servizi. Chi consuma ora fa molta più attenzione, rispetto ai tempi passati, ai valori del brand e alla sua coerenza.

Se, per esempio, sostieni che la tua azienda sia attenta al benessere della forza lavoro, ma nei fatti non ci sono politiche di welfare aziendale, i ritmi di lavoro sono duri, la busta paga non è delle migliori, c’è un evidente problema di coerenza. Tutto questo contribuisce a una mancanza di fiducia nella leadership da parte del team, anche in termini di reputazione e affidabilità. 

3. Mantieni le promesse e la parola data

Per lo stesso motivo del punto precedente, anche mantenere le promesse è un’ottima caratteristica di una leadership che sa essere affidabile e credibile. 

Può capitare, ed è giusto, cambiare idea su qualcosa in particolare, magari dopo attente e soppesate valutazioni, ma deve essere l’eccezione e non la regola. 

Se, ad esempio, prometti un lavoro o sei in parola con un/a professionista per affidare una mansione, rispetta i patti. 

Lo scriviamo anche nelle nostre linee guida della community Jopla: “mantieni gli accordi presi in sede di colloquio a proposito delle mansioni di lavoro e dei pagamenti” ed “esprimi interessamento solo se vuoi veramente collaborare con un/a professionista in particolare”.

4. Comunica e informa

L’ascolto attivo e il dialogo sono fondamentali e immancabili in un ambiente lavorativo sano. Perché solo così si creano i presupposti per relazioni positive, basate sul rispetto, tra colleghe e colleghi, freelance e clienti, datori di lavoro e dipendenti, e così via.

Per questo motivo, infatti, anche, e soprattutto, chi ricopre una posizione di leadership deve sapere ascoltare e comunicare bene. Così facendo, un leader riesce a fare lavorare in modo efficiente, produttivo e armonico il team. E si guadagnerà la fiducia del team stesso.

Come essere un buon leader e comunicare meglio

Ecco alcuni esempi:

  • sii trasparente e parla in modo onesto;
  • valuta e pesa le parole che utilizzi: devono essere sempre rispettose;
  • informa per tempo: se non partecipi a una riunione e se sei in ritardo avvisa con un certo anticipo; riduci i lavori e le mansioni urgenti da assegnare al team se l’urgenza dipende solo dalla tua tempestività nel comunicare.

5. Fidati delle persone che lavorano con te

Per una persona che lavora, come dipendente oppure come freelance, è importantissimo sapere che il datore di lavoro o la cliente si fidano a occhi chiusi. 

Essere un buon leader, in grado di trasmettere fiducia a dipendenti o collaboratori, ti permette di avere in cambio altrettanta fiducia. 

Infatti, una delle cose spiacevoli che possono accadere in un ambiente lavorativo è capire che chi commissiona un lavoro, o affida una mansione a un’altra persona, in realtà non nutra piena fiducia nelle capacità di quest’ultima. E di conseguenza, ad esempio, chi ha un ruolo di leadership esercita un controllo serrato, oppure chiede feedback in continuazione, solo perché non riesce del tutto a mettersi nell’ottica di delegare. 

Le caratteristiche della leadership, in conclusione 

Conoscevi tutte queste caratteristiche della leadership relative all’affidabilità oppure ti abbiamo dato degli spunti su cui riflettere?

Se ti rispecchi in quello che abbiamo scritto, inizia subito a mettere in pratica i nostri consigli per essere un buon leader. Iscrivendoti a Jopla puoi trovare il/la professionista che stai cercando e, al tempo stesso, ottenere numerosi vantaggi.

Hai perso gli altri nostri articoli relativi alla leadership e vuoi leggerli? Scopri, con alcuni esempi pratici, quanto è utile la comunicazione assertiva e come esercitare la leadership gentile.

Buon lavoro!

Silvia è copywriter e content writer appassionata di scrittura inclusiva. Ha lavorato per molti anni in agenzia come addetta stampa ed esperta di comunicazione, specializzandosi in diversi settori. Dal 2021 è freelance.